pubblicità

Wsop 2011: evento n.2 heads up no limit texas hold’em championship

Finalmente ci siamo le World Series of Poker 2011 sono iniziate e lo hanno fatto con il botto con il più grande prize pool per un torneo di Texas Hold’em Heads up mai generato nella storia del Poker. Se infatti trascuriamo il primo evento, limitato ai dipendenti dei casinò, questo evento iniziale prevedeva un buy in di 25,000.00$: ai nastri di partenza si sono presentati ben 128 partecipanti, dando così vinta ad un montepremi di 3,040,000.00$ ed un primo posto di 851,192.00$.

La vittoria è andata all’inglese Jake Cody, pro di Texas Hold’em ben conosciuto nei circuiti dell’EPT e del WPT Europeo, ma del tutto nuovo all’ambiente delle WSOP: si tratta infatti del primo braccialetto conquistato da Mr. Cody. Tutti i partecipanti all’evento infatti erano giocatori pro di Texas Hold’em, cosa abbastanza scontata visto l’elevato buy in i questo event 2.

La sconfitta di Gus Hansen

Un passo decisivo alla vittoria finale Cody lo ha compiuto sconfiggendo in semifinale uno dei più forti giocatori di Texas Hold’em Heads Up, ovvero il pro danese Gus Hansen. Di sicuro in molti avrebbero voluto vedere Gus vincere il torneo sia per l’ampio range di fans che il pro può vantare sia perché erano in tanti ad aver scommesso su Gus. C’è da dire che anche Mr. Cody poteva vantare di un tifo scatenato, vista la folla di inglesi chiassosi e ubriachi che si era portato apresso. Il match, durato all’incirca due ore ha sancito la fine del record di gus Hansen, che ha visto terminare la sua serie di vittorie in Heads Up di Texas Hold’em a 12, serie iniziate durante il 2010.

Il match finale

Il secondo classificato, l’Ukraino di origine Yevgeniy Timoshenko, ha venduto cara la pelle in poco meno di tre ore di gioco per pi arrendersi al gioco aggressivo e imprevedibile di Jake. Molto spesso durante una partita di Heads Up Texas Hold’em sono le piccole letture a determinare il risultato finale, e anche in questo caso la regola è stata confermata. Pensate che il feeling di Jake con le World Series of Poker non è mai stato dei migliori: l’anno scorso, causa l’uccisione di un animale selvatico da parte del taxi che lo stava portando all’aeroporto direzione Las Vegas, Jake decise di posticipare il viaggio, e di giocare unicamente il Main Event. Per fortuna, sua, quest’anno nessun animale si è messo in mezzo, consentendogli di portare a casa non solo il suo primo braccialetto WSOP di Texas Hold’em ma anche quasi un milione di dollari. Niente male davvero.

Tags: ,

I commenti per questo post sono chiusi.